Attività antiossidante, detossificazione e Genetica

Lo stress ossidativo è una condizione in cui si ha una eccessiva quantità di radicali liberi. Questi sono, per
caratteristica chimica, molto reattivi e interagiscono con tutte le molecole che incontrano (es. membrane lipidiche
cellulari, DNA, collagene) danneggiandole. I radicali liberi si formano normalmente nei processi respiratori cellulari
e sono uno strumento di difesa del sistema immunitario ma possono essere prodotti anche a seguito di:

  • radiazioni UV
  • alimentazione poco sana
  • intolleranze alimentari
  • eccessiva attività sportiva
  • assunzione di farmaci (es. anticoncezionali)
  • processi infiammatori
  • invecchiamento

Il nostro organismo ha diversi meccanismi di difesa dallo stress ossidativo sia endogeni, cioè interni (es. la MnSOD superossido dismutasi, il GST glutatione-stransferasi) sia esogeni che devono essere introdotti dall’esterno (vitamine C, E, acido lipoico ecc.).
L’eccessivo stress ossidativo può favorire l’invecchiamento biologico, la formazione di inestetismi cutanei e lo
svilupparsi di molte patologie.

Attraverso questo test è possibile identificare quelle determinate varianti genetiche che regolano la produzione degli enzimi antiossidanti.

I geni testati sono:

  • GSTM1
  • GSTT1
  • GSTP1
  • SOD2
  • NOS3
  • CYP1A2