Nutrizione e Genetica

È ormai scientificamente dimostrato che una buona alimentazione può migliorare il proprio stato di salute, riducendo il rischio di insorgenza di molte malattie croniche.

Attraverso il test genetico nutrizionale è possibile avere informazioni su come reagisce il nostro organismo agli alimenti che introduciamo e se questi alimenti possono produrre infiammazione cronica silente e quindi invecchiamento precoce e patologie.

Questa è la nutri genetica e grazie a questa moderna tecnologia possiamo conoscere lo stato dei nostri geni e delle cellule in modo tale da mangiare solo gli alimenti più innocui e nutrienti.

Inoltre il test fornisce anche chiare indicazioni su eventuali carenze nutrizionali con lo scopo di identificare possibili varianti in uno o più geni studiati, evidenziando i nutrienti necessari, sia in termini di quantità minime di vitamine, minerali ed oligoelementi sia di quantità massime di sostanze tollerabili da ciascuno, quali i grassi saturi, la caffeina, il sale, ecc..

In poche parole la nutrigenetica cerca di spiegare come vengono metabolizzate e utilizzate le sostanze che ingeriamo, sulla base dei nostri geni.

Il test analizza alcune variazioni presenti in sedici dei geni che svolgono un ruolo importante nella determinazione dello stato di salute del corpo e dell’equilibrio del rapporto tra massa grassa e magra.

Per questo motivo, sulla base dei risultati genetici è possibile apportare piccole modifiche alla dieta e allo stile di vita, in modo da poter prevenire un domani, disturbi più complessi e mantenere il proprio peso forma.

 

Il test valuta i seguenti ambiti specifici:

 

Predisposizione genetica alla celiachia

Intolleranza al lattosio

Salute del cuore

Detossificazione e protezione nei confronti dello stress ossidativo

Attività infiammatoria e antiinfiammatoria

Metabolismo degli zuccheri

Metabolismo dei grassi

Salute dell’osso

Sensibilità alla caffeina

Sensibilità all’alcool